La Legge di bilancio n° 232/2016 ha prorogato le detrazioni fiscali per il recupero del patrimonio edilizio esistente per tutto il 2017.

  • DETRAZIONI DEL 50% per “ristrutturazioni edilizie” e interventi finalizzati al risparmio energetico in immobili residenziali esistenti (ad es. sostituzione della caldaia con un modello ad ‘alto rendimento’, sostituzione di scaldacqua elettrico con un modello a gas, installazione fotovoltaico). Questo tipo di detrazione fiscale è rivolta essenzialmente a privati (persone fisiche).
  • DETRAZIONI DEL 65% per le “riqualificazioni energetiche” degli edifici esistenti, come ad esempio sostituzione di caldaia esistente con caldaia a condensazione o pompa di calore, sostituzione degli infissi o isolamento delle pareti o dei solai verso l’esterno o locali non riscaldati. Questo tipo di detrazioni sono rivolte sia a privati (persone fisiche) che ad aziende (persone giuridiche).

Le detrazioni fiscali per interventi in parti comuni degli edifici condominiali o che interessano tutte le unità immobiliari sono state prorogate al 31/12/2021.

Inoltre per particolari interventi delle parti condominiali i condomini e per le case popolari potranno accedere a detrazioni più elevate:

  1. 70% per interventi che interessano una percentuale superiore del 25% dell’involucro disperdente;
  2. 75% nel caso in cui gli interventi consentano di conseguire la qualità media di cui al Decreto “Requisiti minimi” del 26/06/2015.

Entrambi i tipi di detrazione vanno effettuate in 10 rate annuali di pari importo. Il pagamento delle fatture relative a questi interventi deve essere fatto mediante un particolare modello di bonifico bancario o postale specifico per le detrazioni fiscali, il cosiddetto bonifico parlante.

Per maggiori informazioni potete contattare i nostri tecnici al numero 071-7823297 che vi sapranno fornire tutto il supporto tecnico necessario.