Con la Delibera 595/2014/R/eel, l’AEEGSI ha stabilito nuovi criteri per il servizio di misura dell’energia prodotta da impianti tradizionali, cogenerativi o da fonti rinnovabili.

Tale delibera interessa i misuratori di energia elettrica prodotta, installati sugli impianti di produzionee modifica la responsabilità del servizio di misura nella parte di raccolta, validazione dei dati e trasmissione agli enti competenti, attribuendo in maniera univoca questo incarico al Gestore di rete competente per area di istallazione dell’impianto.

A seguito di tale disposizione, a partire dal 1 gennaio 2016 il GSE erogherà gli incentivi solo sulla base dei dati di misura trasmessi dal Gestore di rete.

Per tale motivo entro il 31 dicembre 2015 i misuratori dovranno essere adeguati alla richiesta di telelettura dei gestori di rete.

Come indicato nella delibera, il soggetto incaricato dell’adeguamento di tali sistemi ed i relativi costi sono:

– Impianti in Bassa Tensione con potenza non superiore a 20 kWadeguamento e costi a carico del Gestore di Rete;

– Impianti in Bassa Tensione con potenza superiore a 20 kWadeguamento a carico del Gestore di rete e costi a carico del Produttore;

– Impianti in Media o Alta Tensione con potenza superiore a 20 kWadeguamento e costi a carico del Produttore.

La delibera prevede l’invio al gestore di rete della documentazione che permetta di identificare il contatore e configurare il servizio di telelettura.